• TEST

    TALENT FOR HOSPITALITY

Dare le dimissioni: 3 errori da non fare mai prima di lasciare il tuo lavoro

Il momento tanto atteso è arrivato: hai trovato una nuova occasione lavorativa. È tempo di dare le dimissioni. Probabilmente provi sentimenti contrastanti: da una parte il timore giustificato di chi non sa bene cosa aspettarsi, dall’altro l’euforia di iniziare una nuova avventura.

Prima però di dare uno slancio alla tua carriera, devi fare in modo di lasciare il tuo vecchio lavoro nel migliore dei modi. In queste occasioni è facile infatti commettere errori che possono essere facilmente evitati, per lasciare un bel ricordo della propria persona. Eccone 3 da cui stare alla larga.

1. Non dare preavviso sufficiente

È importante essere professionali fino al momento in cui non ti chiuderai la porta dell’ufficio alle spalle. Dare preavviso sufficiente non solo in determinate ipotesi è una scelta obbligata, ma è importante per lasciare una buona impressione di sé e comportarsi in modo corretto.

 2. Parlare male dei colleghi

Qualunque cosa ti abbiano fatto i colleghi, evita di parlarne apertamente con il tuo capo. Puoi avere tutte le ragioni del mondo, ma ormai sei pronto a voltare pagina: il gossip in questi casi non è consentito, avrebbe come unico effetto quello di metterti in cattiva luce con il capo.

Leggi anche: 3 colleghi che ogni giorno ti fanno odiare il tuo lavoro, le tattiche per gestirli

 3. Non salutare prima di andare via

Che ti piacciano o no gli addii, un saluto a tutti è d’obbligo. È segno di buona educazione e di rispetto per l’azienda che ti ha assunto. Ricordati che il tuo capo potrebbe sempre inviare alla nuova azienda una lettera di referenze per mettere in luce le tue qualità professionali. Meglio non rischiare, quindi, e non commettere errori banali prima di dare le dimissioni.

Lascia un commento

commenti