• TEST

    TALENT FOR HOSPITALITY

Che cos’è il problem solving e come sviluppare la competenza più richiesta dalle aziende

La capacità di problem solving è una delle competenze più richieste nel mercato del lavoro. A dirlo anche il rapporto Unioncamere, secondo cui per il 49,6% delle aziende è una delle soft skills fondamentali nella fase di selezione dei candidati, insieme alla capacità comunicativa e a quella di lavorare in gruppo.

Leggi anche: Cosa sono le soft skills e perché sono importanti

Che cos’è il problem solving

In tutti i lavori possono sorgere all’improvviso ostacoli di varia natura in grado di pregiudicare il raggiungimento di un obiettivo. Il problem solving è appunto la capacità di risolvere problemi grazie alle proprie abilità intellettive.

Trovare una via d’uscita, dominando le proprie emozioni e ricorrendo a un mix sapiente di logica e creatività, può fare la differenza in ambito lavorativo. Si tratta quindi di una vera e propria dote, che può essere sviluppata seguendo alcuni consigli.

3 modi per sviluppare la capacità di problem solving

Come qualsiasi altra competenza, anche la capacità di problem solving può essere sviluppata e allenata. I principali step da compiere per venire a capo di un problema e raggiungere il successo desiderato, possono essere così riassunti.

1. L’analisi del problema

problem solving

Per prima cosa bisogna fare appello alle proprie capacità analitiche. Senza una corretta identificazione del problema, non è possibile trovare una soluzione efficiente.

Un consiglio valido in tal senso è quello di osservare la soluzione dall’esterno, in modo distaccato, per valutare correttamente la situazione senza farsi prendere dal panico.

2. La lista delle possibili soluzioni

capacità problem solving

 A questo punto è necessario mettere per iscritto le possibili soluzioni al problema. Non importa che siano strane, folli o impossibili da attuare. In questo momento è importante capire se il problema è reale o se è in realtà si tratta di un falso problema.

Meglio evitare di accontentarsi delle soluzioni più semplici: l’ansia di aggirare quanto prima l’ostacolo, potrebbe trarre in inganno e complicare il problema.

 3. La giusta decisione

problem solving

È arrivato il momento di selezionare in modo razionale e intuitivo le possibili soluzioni, eliminando quelle meno valide. Il momento è delicato, pertanto è preferibile fare una pausa per essere sicuri di valutare la situazione lucidamente.

L’importante come al solito è non farsi prendere dal panico, perché in fondo ogni problema ha una soluzione. Accettare di correre dei rischi senza temere l’opinione degli altri è del resto indispensabile per mettere in atto una buona strategia di problem solving.

Lascia un commento

commenti