• TEST

    TALENT FOR HOSPITALITY

Selfie in hotel: come farsi pubblicità in modo gratuito

I selfie in hotel sono diventati un prezioso strumento di marketing: ogni volta che un cliente si fa un autoscatto per condividerlo sui social, l’hotel riceve pubblicità gratuita.

Facile no? Peccato però che solo alcuni hotel siano riusciti a cavalcare la selfie mania, ingegnandosi per mettere a disposizione diversi spazi e servizi in cui i clienti possono cedere alla voglia di immortalarsi.

La maggior parte delle strutture alberghiere, infatti, pur riconoscendone le potenzialità, non ha idea di come sfruttare i vantaggi degli autoscatti per promuovere i propri servizi.

Selfie in vacanza

Soprattutto in vacanza, i selfie sono ormai un’abitudine consolidata e dimostrano un diverso modo di vivere il viaggio da parte dei turisti. Si scattano foto per assecondare la propria smania di protagonismo, in quella che resta pur sempre l’epoca della vetrinizzazione sociale, ovvero un particolare momento storico in cui tutti sentono l’esigenza di mettersi in vetrina per narcisismo o smisurata autostima.

Si spiega del resto anche così la moda del selfie tarocco che vede ormai coinvolti tantissimi italiani e che consiste nel fingere di essere stati in posti da sogno ricorrendo a fotomontaggi o a siti e app appositi.

[Fonte foto: dagospia.com]

Allo stesso tempo, però, servono per ricordare meglio l’esperienza del viaggio. La foto di un monumento, di un panorama mozzafiato, di una camera d’albergo, scompare velocemente dai ricordi se non c’è il nostro bel sorriso stagliato in primo piano.

I selfie quindi, anche in base ad alcuni studi, ci aiuterebbero a ricordare il nostro particolare stato d’animo durante un’esperienza di viaggio.

selfie hotel

3 hotel che sfruttano la selfie mania

La condivisione sui social degli autoscatti non solo serve a far capire a tutti i nostri contatti che abbiamo una vita piena e che ci stiamo divertendo da matti, ma anche a generare inconsapevolmente il passaparola su determinati prodotti e servizi.

Per sfruttare i contenuti creati dai turisti, l’user generated content, gli hotel possono seguire l’esempio degli alberghi che sono riusciti a generare una valida attività promozionale incoraggiando i clienti a scattarsi un selfie nella propria struttura. Ecco alcuni esempi a cui ispirarsi.

  • Stay Central di Edimburgo  – Ha ideato per i suoi clienti il lift selfie, ovvero il selfie da fare in ascensore, una moda lanciata dai VIP che permette di sfruttare l’effetto specchio per realizzare scatti che non hanno nulla di spontaneo ma che proprio per questo sembrano perfetti.
  • Starwood di Atene – In questo caso l’hotel ha creato un’intera area in cui i clienti possono dedicarsi ai selfie e condividerli subito sui social network.
  • Hotel Pulitzer di Roma – I clienti che scattano un selfie con il proprietario e il cane hanno la possibilità di vedere pubblicato il proprio scatto sull’homepage del sito. Un modo semplice e funzionale per incoraggiare gli ospiti a generare il passaparola.

Lascia un commento

commenti