• TEST

    TALENT FOR HOSPITALITY

Lavorare nella ristorazione: come diventare sommelier dell’acqua

Degustare l’acqua, conoscerne le varie tipologie e consigliarla ai clienti. Professione? Sommelier dell’acqua. Ebbene sì, tra i professionisti della ristorazione non esiste solo il noto sommelier del vino. In Italia ben tremila persone sono in possesso dell’attestato rilasciato da A.D.A.M, associazione degustatori acqua minerale, nata nel 2002 a Bologna e specializzata nella formazione dei professionisti della minerale.

Perché il sapore dell’acqua non è sempre uguale, ma spazia dal dolce al salato in base alla combinazione dei vari minerali presenti, livello che si misura con la sigla TDS (total dissolved solids). Maggiore sarà questo valore, più saporita e gustosa sarà l’acqua che sorseggiamo e, di conseguenza, migliore sarà il gusto dei piatti che assaggiamo.

Conoscere i principi alimentari e specializzarsi nel riconoscimento delle varietà tipologie è dunque una professione a tutti gli effetti.

Cosa fa il sommelier dell’acqua

Il sommelier dell’acqua riesce a consigliare ai clienti i migliori abbinamenti acqua-cibo, con la stessa professionalità con cui normalmente il sommelier del vino indica gli abbinamenti cibo-vino.

Per esempio, come racconta Alessandra Veronesi, restaurant manager del ristorante Acanto di Milano, durante un’intervista a Business Insider “con un salmone leggermente affumicato, servito con olio extra vergine di oliva e aneto, è meglio un’acqua leggermente effervescente e povera di sali. Invece con un maialino cotto al forno, servito con patate e midollo, ci vuole un’acqua con una bolla di grandi dimensioni che sia in grado di sgrassare la bocca e prepararmi al boccone successivo”

Come diventare sommelier dell’acqua

L’A.D.A.M organizza corsi di formazione rivolti ai professionisti della ristorazione, ma aperti anche a tutti gli interessati, rilasciando attestati di 1°, 2°, 3° e 4° livello.

Gli argomenti che vengono affrontati nel primo livello, come riportato sul sito dell’associazione, sono:

a) conoscere l’acqua
b) i principi alimentari delle acque minerali
c) come leggere le etichette delle acque minerali
d) le condizioni igieniche delle acque minerali
e) classificazione delle acque
– quantitativa
– qualitativa
f) introduzione alla degustazione 1° riconoscimento delle acque minerali
g) verifica e approfondimento

Per diventare degli esperti è quindi necessario apprendere le nozioni più importanti sull’acqua e le sue combinazioni, per stabilire il grado di leggerezza, effervescenza e la sua limpidezza. Solo così è possibile scegliere le migliori bottiglie e offrire ai clienti gli abbinamenti più interessanti per il palato.

Ma è possibile trovare lavoro? Assolutamente sì, ma a differenza di quanto accade per esempio negli Stati Uniti o in Francia, in cui gli esperti della minerale sono sempre più richiesti e guadagnano anche cifre considerevoli, in Italia è preferibile iniziare a lavorare come sommelier del vino (qui trovi le migliori offerte di lavoro del settore) e in seguito arricchire le proprie competenze, acquisendo anche questa qualifica. La figura del sommelier dell’acqua potrebbe a breve impazzare anche nel nostro Paese.

Lascia un commento

commenti